Download Dire quasi la stessa cosa. Esperienze di traduzione by Umberto Eco PDF

By Umberto Eco

Show description

Read Online or Download Dire quasi la stessa cosa. Esperienze di traduzione PDF

Best italian books

Additional resources for Dire quasi la stessa cosa. Esperienze di traduzione

Sample text

E se talora avvertivo delle impossibilità – che pure andavano in qualche modo risolte – più spesso ancora avvertivo delle possibilità: vale a dire avvertivo come, al contatto con l’altra lingua, il testo esibisse potenzialità interpretative che erano rimaste ignote a me stesso, e come talora la traduzione potesse migliorarlo (dico "migliorare" proprio rispetto all’intenzione che il testo stesso veniva improvvisamente manifestando, indipendentemente dalla mia intenzione originaria di autore empirico).

Negli ultimi decenni molti sono stati gli scritti di teoria della traduzione, dovuti anche al fatto che si sono moltiplicati centri di ricerca, corsi e dipartimenti dedicati a questo problema, nonché scuole per traduttori e interpreti. Le ragioni per la crescita degli interessi traduttologici sono molte, e convergenti: da un lato i fenomeni di globalizzazione, che mettono sempre più in contatto reciproco gruppi e individui di lingue diverse, poi lo svilupparsi degli interessi semiotici, per i quali il concetto di traduzione diventa centrale anche quando non viene esplicitato (si pensi soltanto alle discussioni sul significato di un enunciato come ciò che teoricamente dovrebbe sopravvivere nel passaggio da una lingua a un’altra), e infine l’espansione dell’informatica, che spinge molti a tentare e ad affinare sempre più modelli di traduzione artificiale (dove il problema traduttologico diventa cruciale non tanto quando il modello funziona, ma proprio quando mostra di non funzionare a pieno regime).

Oppure aveva ricevuto fistruzione che works in letteratura significa una serie di testi e in contesto tecnologico significa invece una serie di impianti, ma non era in grado di decidere se una frase in cui veniva nominato Shakespeare rinviasse a un contesto letterario o tecnologico. In altri termini, gli mancava un dizionario onomastico che stabilisse che Shakespeare era un celebre poeta. Forse il guaio era dovuto al fatto che era stato "nutrito" con un dizionario (come quelli che si danno ai turisti) ma non con una enciclopedia.

Download PDF sample

Rated 4.21 of 5 – based on 17 votes